+39 784 440684
info@edizionimaestrale.com
+39 784 440684
info@edizionimaestrale.com
Login
Registrati
Carrello
Accedi
Carrello

Marco Lombardo-Radice (Roma 1949 - Pieve di Cadore 1989), laureato in medicina, allievo di Giovanni Bollea, ricoprì ancora giovanissimo il ruolo di direttore del reparto adolescenti presso l'Istituto romano di neuropsichiatria infantile. Nel 1984 fonda l'Associazione per il sostegno e il trattamento di minori con problemi psicologici e psichiatrici. Tra i suoi testi scientifici: Fra ragione e passione: cura e costrizione nel trattamento psichiatrico dei minori, Crisi ed emergenza: il senso dell'intervento, Sul concetto di crisi in età evolutiva (con A. Giannotti e C. Saccu), Adolescence and Perversions (con M. Grasso). Accanto a questa produzione specialistica, si dedica a opere di narrativa: Porci con le ali (con Lidia Ravera, Savelli 1976), Cucillo se ne va (Savelli 1978). Con Luigi Manconi scrive Lavoro ai fianchi (Mondadori 1980) e cura la pubblicazione di Memorie. Dalla clandestinità un terrorista non pentito racconta, scritto da 'Giorgio' (Savelli 1981). Alcuni dei suoi scritti sono stati raccolti postumi nel volume Una concretissima utopia (Linea d'Ombra 1991) cui si è ispirata Francesca Archibugi per il film Il grande cocomero (1993).

Luigi Manconi (Sassari 1948) insegna Sociologia dei fenomeni politici presso l'Università Iulm di Milano ed è presidente di "A Buon Diritto". È stato portavoce nazionale dei Verdi, senatore per due legislature e sottosegretario di Stato alla Giustizia nel secondo governo Prodi. Editorialista dei principali quotidiani nazionali, ha pubblicato tra l'altro: Solidarietà, egoismo. Buone azioni, movimenti incerti, nuovi conflitti (Il Mulino 1990), I razzismi possibili e i razzismi reali (con Laura Balbo, Feltrinelli 1990 e 1992), Storie di lotta armata (con Raimondo Catanzaro, Il Mulino 1995), Il dolore e la politica (con Andrea Boraschi, Bruno Mondadori 2006), Terroristi italiani. Le Brigate Rosse e la guerra totale 1970-2008 (Rizzoli, 2008), Un'anima per il Pd. La sinistra e le passioni tristi (Nutrimenti, 2009). Di prossima pubblicazione per Il Saggiatore: La musica è leggera. Saggio autobiografico sul sentimental kitsch. È membro dell'assemblea nazionale del Partito democratico e della direzione dell'associazione Luca Coscioni e di Nessuno Tocchi Caino.

Marinella Lőrinczi, formatasi come romanista all’Università di Bucarest, ha insegnato a lungo all’Università di Cagliari Linguistica romanza e come professore ordinario di Lingua e letteratura romena. In relazione alla lingua sarda si è dedicata all’ideologia linguistica. Considerando la lingua e la linguistica come mezzi privilegiati per indagare aspetti della cultura umanistica europea, ha condotto studi realizzatisi nei volumi: Nel dedalo del drago. Introduzione a Dracula (Bulzoni 1992); Paesaggio marino con dame vittoriane. Tre saggi su Dracula (Cuec 1995); Dracula & Co. Il richiamo del nord nei romanzi di Bram Stoker (Cuec 1998); Il giorno del giudizio. Croci pictae ed epitaffi ritmici in un cimitero rurale romeno (Edizioni dell’Orso 2002); Il libro del fenicottero. Immagini della Gente Rossa nelle lingue e nelle arti (AM&D 2002); Dal brusio delle voci al coagulo micronarrativo (Il Maestrale 2015); Sulla mistificazione. Il caso del romanzo Dracula di Bram Stoker (Il Maestrale 2018).

Nato a Sìligo (Sassari) nel 1938. Pastore analfabeta fino all'età di trent'anni. Nel 1958 si arruola volontario nell'esercito italiano, diventa sergente esperto in radiotecnica a Roma (1958-1959), a Pisa nel 1961 consegue la licenzia media. Non si ferma: licenza ginnasiale nel 1962, maturità classica nel 1964, laurea in lettere all'Università di Roma nel 1969, assistente di Filologia romanza e Linguistica sarda all'Università di Cagliari nel 1971. <em>Padre padrone</em> - già concepito nel 1970 in forma di saggio - esce in forma narrativa nel 1975 per Feltrinelli ("Premio Viareggio" nello stesso anno), dal romanzo i fratelli Taviani traggono l'omonimo film (1977, Palma d'oro al "Festival di Cannes"). A <em>Padre padrone</em> sono seguiti: <em>Lingua di falce</em> (Feltrinelli 1978), <em>aurum Tellus</em> (Scheiwiller 1991), <em>I cimenti dell'agnello - Sos chimentos de s'anzone</em> (Scheiwiller 1995). Per il cinema è stato autore, regista e interprete di <em>Ybris</em>. Da anni lavora all'invenzione di una lingua per una narrazione "andatura di natura" che sfocerà nel libro <em>Muflone</em>.

Giovanni Lilliu è nato a Barumini nel 1914. Laureatosi in Lettere classiche si è poi specializzato alla Scuola Nazionale di Archeologia a Roma. Ha fondato e diretto la Scuola di specializzazione di Studi Sardi dell'Università di Cagliari, ha ricoperto il ruolo di Professore ordinario di Antichità sarde ed è stato Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia presso la stessa Università. Archeologo di fama internazionale, brillante pubblicista, intellettuale impegnato e politico militante, dal 1990 è membro dell'Accademia dei Lincei. Tra le sue principali pubblicazioni, oltre il capolavoro La civiltà dei Sardi, ricordiamo: Sculture della Sardegna nuragica (Cagliari 1966); La civiltà nuragica (Sassari 1982); Arte e religione della Sardegna prenuragica (Sassari 1999)

EDIZIONI IL MAESTRALE
VIA MANZONI, 24 - 08100, NUORO
Contatti
TEL. +39 (0)784 440684
info@edizionimaestrale.com
Area clienti
Condizioni di vendita
Privacy
Cookies
Spedizioni
Registrazione
Consulta le FAQ
Metodi di Pagamento
Distribuzione Mondadori-Libri
Servizio Clienti Librai - Customer Service Ceva - 
numero telefonico: 0385-569071
Chiudi
EDIZIONI IL MAESTRALE
VIA MANZONI, 24 - 08100, NUORO
cross
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuoto
    linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram