+39 784 440684
info@edizionimaestrale.com
+39 784 440684
info@edizionimaestrale.com
Login
Registrati
Carrello
Accedi
Carrello
Febbraio 9, 2007
I riti di massa dell'Italia quotidiana

Quelli che vanno a fare il pubblico degli spettatori a Domenica In e non se ne vergognano... Quelli che amano gli autogrill... Quelli che vorrebbero solo leggere e si ritrovano controvoglia campioni di calcio... Quelli che fanno di tutto per sfuggire a un destino da balordi Quelli che "volevano solo vendere la pizza"... O yeah, canterebbe per loro Enzo Jannacci. E li apprezzerebbe molto, lui indagatore così attento e inconsueto dei vizi e dei vezzi degli italiani che non si lasciano ricondurre a un luogo comune. Li apprezza anche Francesco Piccolo, scrittore orginale, che dedica il suo iltimo libro, L'Italia spensierata, a un vero e proprio reportage di costume, raccontando esperienze che intellettuali sofisticati e bella gente non farebbero mai: frequentare uno studio televisivo d'un programma popolare, ma non da protagonisti, affollarsi fra il pubblico di un film con De Sica e Boldi, comprare un panino Fattoria in un autogrill proprio in quei giorni che i cronisti ignoranti definiscono esodo, vivere tutta, ma proprio tutta, la Notte bianca. Reportage dall'interno, accuratissimo. Con sguardo sghimbescio e ironico, ma mai beffardo, Piccolo entra dentro i riti, indaga (ottime le pagine d'esegesi di Tanta voglia di lei degli intramontabili Pooh, partecipa e si diverte: "Ci si sente un po' stupidi? Sì. Ma questo è comprensivo e caloroso, suggerisce un diritto a essere un po' stupidi qualche volta nella vita e lasciarsi andare".
Trai riti di massa, vorrebbero starci comodi anche loro i protagonisti di Come Dio Comanda, di Niccolò Ammaniti, tre balordi e un ragazzino che, in un paese perso in una pianura umida, cercano un loro destino fuori dalla vita precaria: villoni e fabrichette, centri commerciali e baracche, voglia di benessere ed errori disperati, ansie di liberta e voglia ricominciare. E' bravo, come sempre, Ammaniti a costruire sinfonie di personaggi, ambienti affilata conoscenza della realtà: Rino e Cristiano Zena, figure di letteratura, un giorno o l'altro, potremmo pur incontrarli per strada.
Per strada, abbiamo sicuramente incontrato uno alla Luigi Furini, persona in carne e ossa, che si stanca di fare soltanto il giornalista e vuole diventare imprenditore. Piccolo piccolo, per carità: un artigiano. Racconta: Volevo solo vendere la pizza. Ma non ci riesce. Perché inciampa in stupide burocrazie, microinteressi ostili, sordità sindacali, furbizie da stupidi. E alla fine rinuncia, dopo aver sprecato un buon centinaio di migliaia di euro. Governo, Regioni e Comuni si affiancano a promettere semplificazioni per favorire le imprese? Furini, testimone di vita vissuta, spiega che la realtà è tutta un'altra cosa. Ancora un'Italia fuori dagli stereotipi.
Tutto il contrario di uno stereotipo è anche il percorso di Vanni Visco, che da bambino disdegna la finale del Mondiale Italia-Germania per starsene a leggere in santa pace e finisce per diventare popolarissimo idolo del calcio. Vita involontaria, tutto sommato. Sino all'Ultima di campionato (titolo dell'ottimo libro di Francesco Abate sull'umanità e lo sport, le convenzioni e la libertà) in cui, con un colpo di scena, si ritorna a poter scegliere, tra i libri e il pallone. Scelta difficile e dolorosa. Appunto inconsueta. Mai lasciarsi ingannare dal pregiudizio che le cose stiano davvero così, come sembrano.


Condividi questo articolo su
Iscriviti alla nostra newsletter
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Seguici su Instagram
Seguici su YouTube
Altre recensioni
Quelle venti ostetriche da Bologna nel Nuorese
LEGGI ORA
Lezioni d'autore. Da Cantarella a Mameli
LEGGI ORA
Storia di una levadora
LEGGI ORA
Quando il Duce spedì le levatrici in Sardegna
LEGGI ORA
Emilio Lussu in "La cancellazione", romanzo di Mariangela Sedda
LEGGI ORA
Resta in contatto
Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato con le nuove uscite, le ultime interviste e i prossimi eventi.
EDIZIONI IL MAESTRALE
VIA MANZONI, 24 - 08100, NUORO
Contatti
TEL. +39 (0)784 440684
info@edizionimaestrale.com
Area clienti
Condizioni di vendita
Privacy
Cookies
Spedizioni
Registrazione
Consulta le FAQ
Metodi di Pagamento
Distribuzione Mondadori-Libri
Servizio Clienti Librai - Customer Service Ceva - 
numero telefonico: 0385-569071
CLOSE
EDIZIONI IL MAESTRALE
VIA MANZONI, 24 - 08100, NUORO
cross
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram