+39 784 440684
info@edizionimaestrale.com
+39 784 440684
info@edizionimaestrale.com
Login
Registrati
Carrello
Accedi
Carrello
Luglio 14, 2003
Come un giornalista arrivista insegue lo scoop

Rodolfo Saporito, detto Rudy, lavora nella cronaca nera di un quotidiano sardo; ogni tanto imbrocca uno scoop, per caso o per vie traverse, seguendo un istinto da sciacallo che lo fa sempre galleggiare. Non gli dispiace sballarsi spesso con alcool e droghe varie, non disdegna le "cattive compagnie", e si altalena tra le donne e le ragazzine che passano per la sua strada.
Un personaggio a prima vista, e lettura, odioso, cattivo, che non nasconde la sua natura a chi lo ascolta raccontare un anno della sua vita nelle pagine di "Un cattivo cronista". Il titolo non rende onore alle qualità del reporter, che utilizza i peggiori ferri del mestiere ma fa saltare sempre fuori la notizia esclusiva (e che inoltre dà prova di buon scrittore all'interno del romanzo, in due racconti nel racconto); più che un cattivo cronista, Rudy è semplicemente cattivo, ma che in fondo sa farsi voler bene.
Perché nella ricerca di quel qualcosa in più, nelle sbandate delle anfetamine e della cocaina, nel ritmo sballato delle discoteche, Rudy è solo uno che vuole galleggiare, un finto protagonista, un attore virtuale tra squali e finzione. Quello che l'autore crea è un sottomondo, non sotterraneo, ma nascosto agli occhi dei più; Abate svela tutte le ipocrisie e sbatte la materia sulla pagina, con violenza e carnalità.
E scrive con questa fisicità, abbandonandosi spesso a neologismi e tocchi di sardo; una penna moderna e allucinata, un vocabolario completo che sa essere stringato come un sms, sono le armi che permettono, assieme alla leggerezza della trama, di bersi in un goccio le duecento e passa pagine. Alla fine delle quali scoppia il paradosso: la redenzione pubblica di una canaglia che vuole essere furba tra furbi, ma che agita nel lettore solo una leggera compassione.


Condividi questo articolo su
Iscriviti alla nostra newsletter
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Seguici su Instagram
Seguici su YouTube
Altre recensioni
Quelle venti ostetriche da Bologna nel Nuorese
LEGGI ORA
Quelle venti ostetriche da Bologna nel Nuorese
LEGGI ORA
Lezioni d'autore. Da Cantarella a Mameli
LEGGI ORA
Storia di una levadora
LEGGI ORA
Quando il Duce spedì le levatrici in Sardegna
LEGGI ORA
Resta in contatto
Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato con le nuove uscite, le ultime interviste e i prossimi eventi.
EDIZIONI IL MAESTRALE
VIA MANZONI, 24 - 08100, NUORO
Contatti
TEL. +39 (0)784 440684
info@edizionimaestrale.com
Area clienti
Condizioni di vendita
Privacy
Cookies
Spedizioni
Registrazione
Consulta le FAQ
Metodi di Pagamento
Distribuzione Mondadori-Libri
Servizio Clienti Librai - Customer Service Ceva - 
numero telefonico: 0385-569071
homeenvelopebookbookmarkusersphone-handsettext-align-left
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram