Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Search in posts
Search in pages
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Search in posts
Search in pages
+39 784 440684
info@edizionimaestrale.com
Login
Registrati
Carrello
Accedi
Carrello
Iscriviti alla nostra newsletter

A tie solu bramo

18,00

Che ci è venuta a fare Clelia Boero in un paese del sud Sardegna? Nessuno è riuscito a farsi un’idea precisa della Torinese: malvista come il gruppo di extracomunitari sistemati nella locanda in cui lei soggiorna. Sfuggente e taciturna, se ne va in giro da sola, dentro l’eskimo stinto, i pantaloni infilati negli anfibi, a fumare e a leggere libri in prestito dalla biblioteca. Solo Alfredo, il bibliotecario, tenta di stabilire un rapporto e fa in tempo ad avvertire nella straniera la resa completa di chi ha accettato il proprio destino. Quale sia questo destino, Alfredo non potrà scoprirlo. Dopo il loro ultimo incontro in sala-lettura Clelia scompare, abbandonando nella sua camera: un libro, un abbozzo di lettera e un cd su cui lei stessa ha inciso Non potho reposare; il celebre canto d’amore che culmina nella dichiarazione a tie solu bramo: voglio te, soltanto te. La misteriosa sparizione è, a rovescio, l’inizio di un romanzo che con seducente movimento a ritroso nel tempo svela gradualmente la storia di Clelia, pezzo dopo pezzo e sfrangiandosi nei punti di vista delle persone che hanno gravitato, vicine e lontane, intorno alla sua vita e l’hanno segnata, nel bene e nel male. Sfilano davanti al lettore i personaggi di un romanzo corale di grandi latitudini geografiche e umane. Il padre di Clelia, mobiliere d’arte, ormai stanco d’essere comprensivo con una figlia irriducibile idealista animata da sogni rivoluzionari. La sua amica oncologa: “una sorella”. L’amico Gabriele, spettatore esaltato delle malinconiche e disperate esibizioni canore di Clelia e soprattutto suo socio nella gestione del cinema torinese impegnato in un’ostinata programmazione di nicchia. Orlando Mahfuz, anatomopatologo e imbalsamatore sardo-egiziano, giramondo per professione, in fuga dalla moglie Rajae (reporter di guerra, americana di origini siriane), invaghitosi di Clelia, con la quale vive una passione profonda e tormentata. Ma molti altri personaggi si affacciano sul proscenio di un romanzo che sa parlare d’amore con disincanto e senza sentimentalismi, intrecciando le storie personali con la storia di vecchi e nuovi incontri/scontri di civiltà.

Dettagli
Autore
Recensioni
Collana: 
Pagine: 
224
ISBN: 
9788864292021
Anno di pubblicazione: 
2018

Giulio Neri (1978), antiquario cagliaritano, ha esordito nel 2016 con il romanzo Carta forbice sasso. Memorie senza raccordo (Asterios). Per Il Maestrale ha pubblicato i romanzi  A tie solu bramo (2018; seconda edizione nei “Tascabili”: 2020) e Portoro (2020).

Spesso comprati insieme
EDIZIONI IL MAESTRALE
VIA MANZONI, 28 - 08100, NUORO
Contatti
TEL. +39 (0)784 440684
info@edizionimaestrale.com
Metodi di Pagamento
Distribuzione Mondadori-Libri
Servizio Clienti Librai - Customer Service Ceva - 
numero telefonico: 0385-569071
Chiudi
EDIZIONI IL MAESTRALE
VIA MANZONI, 24 - 08100, NUORO
cross
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuoto
    linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram