+39 784 440684
info@edizionimaestrale.com
+39 784 440684
info@edizionimaestrale.com
Login
Registrati
Carrello
Accedi
Carrello

Silvia Contarini è ordinario di letteratura e civiltà italiana contemporanea presso l’Università Paris Ouest Nanterre Le Défense, codirettrice del Centre de Recherches Italiennes e direttrice della rivista Narrativa.

Margherita Marras è professore associato di lingua e cultura italiana presso l’Università di Avignone, autrice di numerosi saggi e monografie sulla letteratura sarda.

Giuliana Pias è professore associato di lingua e civiltà italiana  presso l’Università Paris Ouest Nanterre Le Défense, autrice di una tesi di dottorato e di numersi saggi sul romanzo giallo sardo dell’ultimo ventennio.

<p>Serge Pey, trovatore post-moderno, &egrave; figlio di profughi catalani rifugiati in Francia durante la guerra civile spagnola. Scrive i suoi testi su bastoni di castagno compiendo un lavoro unico nella poesia contemporanea. Gli sono stati assegnati importanti riconoscimenti letterari come il premio Accademia di Francia, il premio Artaud, il Prix International. Inventore della marcia mondiale della poesia e del Festival internazionale delle poesie contemporanee di Toulouse, citt&agrave; dove insegna performance e poesia d'azione al Centro d'iniziative artistiche dell'Universit&agrave; Le Mirail. L'opera scritta, tradotta in diverse lingue e pi&ugrave; volte prodotta da France-Culture, &egrave; presente in numerose antologie, fra cui <em>Orphe Studio</em> (Gallimard). Nel 1975 ha fondato &laquo;Emeute&raquo; e nel 1981 &laquo;Tribu&raquo;, rivista di avventura e di ricerca sullo sconosciuto della poesia. Autore di una ventina di libri, fra i quali: <em>La definition de l'Aigle</em>, <em>N'tre Dame la noire ou l'Evangile du serpent</em>, <em>Propheties</em>, <em>Po&egrave;me pour un peuple mort</em>, <em>Metaphore de la porte et de la table</em>, <em>La m&egrave;re du Cercle</em>, <em>Dieu est un chien dans les arbres</em>, <em>L'enfant archeologue</em>, <em>Right on in impressions</em> (poema sul jazz), <em>Les Aiguieseurs de couteaux</em> (poemi sul flamenco), e di una importante tesi sulla poesia contemporanea, <em>La langue arrache</em>.</p>

Gonario Pinna (Nuoro 1898-1990) fu illustre avvocato, intellettuale e uomo politico. Figlio di un noto penalista, simpatizzò con i repubblicani e progressisti Carta, Dessanay, Saba, e fu influenzato dal poeta socialista Sebastiano Satta. Interventista e volontario nella Grande Guerra, fu fatto prigioniero. Frequentò il liceo a Firenze, si iscrisse in leggi a Roma dove subì la carcerazione per oltraggio alla monarchia. Laureatosi nel 1921, frequentò, sempre a Roma, la prestigiosa scuola giuridico-penale del Ferri e, a Berlino, il corso di specializzazione in sociologia criminale al Criminalische Institut. Dal ’23 esercitò come penalista a Nuoro. Antifascista, militò nelle file del Partito Repubblicano Italiano, nel Partito italiano d’azione e nel Partito Sardo d’Azione; nel ’45 redasse un progetto di statuto regionale, nel ’56 aderì al Partito Socialista Italiano, fu deputato dal 1958 al ’63. Collaborò con varie riviste: “Scuola positiva”, “Critica politica”, “Idea socialista”, “Solco”, “Avanti”, “Ichnusa”. Studioso dei problemi sociali dell’Isola, pubblicò vari saggi; fra questi: Due problemi della Sardegna: Analfabetismo e delinquenza (Sassari 1955); Il pastore sardo e la giustizia (Nuoro 1967); La criminalità in Sardegna (1980).

Luigi Pintor nasce a Roma nel 1925 da genitori sardi. Trascorre l'infanzia a Cagliari. Torna a Roma e partecipa al movimento antifascista clandestino, prendendo poi parte alla guerra di liberazione. Nel dicembre 1943 apprende la dolorosa notizia della morte del fratello Giaime, ucciso da una mina. Arrestato, sfugge alla condanna a morte. Dal 46 al 65 lavora all'«Unità». Iscrittosi nel 43 al Pci, nel 62 entra nel Comitato centrale del partito ma subisce nel 66 l'epurazione come dissidente e l'«esilio» in Sardegna, fino alla radiazione dal Pci nel 69. Fonda quindi «Il Manifesto», mensile e poi quotidiano da lui più volte diretto. Giornalista di rara onestà intellettuale, muore nel maggio 2003 lasciando una produzione letteraria di altissimo livello curata dalla Bollati Boringhieri: Servabo (1991); La signora Kirchgessner (1998); Il nespolo (2001); I luoghi del delitto (2003).

Margherita Marras è professore associato presso il dipartimento di Lingue Straniere Applicate all’Università di Avignon. È autrice di numerosi saggi e monografie riguardanti la letteratura sarda, gli studi di genere, il postcolonialismo, le nuove dialettiche e varianti immaginarie Sud/Nord e Nord/Sud.

Giuliana Pias è professore associato presso il dipartimento di Italianistica dell’Université Paris Nanterre. È autrice di saggi sulla letteratura sarda e sulla nuova questione meridionale. Ha recentemente pubblicato Noir Sardegna. Percorsi controculturali e indagini storiche nel romanzo poliziesco contemporaneo (2019).

Felice Tiragallo è professore associato di discipline demoetnoantropologiche presso il dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali dell’Università di Cagliari. È autore di diversi saggi su spopolamento, mutamento culturale,cultura materiale e antropologia visuale. Insegna Antropologia culturale e Antropologia visuale presso la facoltà di Studi Umanistici del suo ateneo.

Mauro Pusceddu nasce a Nuoro il 5 maggio del 1969 giusto in tempo per non ricordare nulla dello scudetto del Cagliari e dello sbarco sulla luna, eventi che segneranno il suo immaginario pop. Non è diventato né calciatore né astronauta ma nelle sue vite precedenti è stato avvocato, boy-scout, maratoneta interiore, collezionista di francobolli, imbucato in un complesso musicale, componente del collettivo di scrittura Elias Mandreu, con cui ha pubblicato due romanzi: Nero riflesso e Dopotutto (Il Maestrale 2009 e 2010). Poi è diventato autore con “il suo vero nome”, con un romanzo che s’intitola, guarda caso, Il mio vero nome (Il Maestrale 2016). È tuttora un miope lettore bulimico, un runner sempre meno veloce e sempre più filosofo che invecchia commuovendosi per i film di fantascienza e per una carbonara fatta come si deve. È coautore di Amministrazione di sostegno, interdizione e inabilitazione (con Elena Meloni; Giuffrè 2010). È magistrato dal 1998.

Giancarlo Porcu (Nùoro 1972), professionista editoriale e filologo. Ha pubblicato per Il Maestrale le monografie: La parola ritrovata. Poetica e linguaggio in Pascale Dessanai (2000; segnalazione Premio Deledda); Régula castigliana. Poesia sarda e metrica spagnola dal ’500 al ’700 (2008); Le canzoni di Pisurzi. Edizione critica (2017); le edizioni critiche: Sergio Atzeni, Racconti con colonna sonora (2002, 2008) e Versus (2008); Peppinu Mereu, Poesie complete (2004, 2007, 2010), Lettere poetiche inedite a Eugeniu Unale (2011), Opera omnia (2017); Attilio Deffenu, Scritti giornalistici (2008). Per Ilisso ha in corso di pubblicazione (2021) l'edizione commentata dell'intero corpus di Canti popolari raccolti a Nuoro da Egidio Bellorini sul finire dell'Ottocento. È autore di saggi e articoli di argomento letterario e filologico, comparsi in volume e in rivista (Horizonte; Studi e problemi di critica testuale; Rhesis), dove si è occupato, fra gli altri, di Giulio Angioni, Sergio Atzeni, Antonio Cano, Marcello Fois, Antonio Mura Ena, Francesco Ignazio Mannu. È curatore di opere di Giulio Angioni, Gavino Ledda, Alberto Masala, Francesco Masala, Antonio Pigliaru. Come editor ha lavorato su oltre 120 opere, fra narrativa, saggistica e poesia.

Giorgio Pisano, Cagliari 1950, giornalista. Ha scritto "Lista d'attesa" e "Sulle orme di Lawrence" (Demos editore). Si occupa di cronaca, lavora come inviato.

Nato a Casale Monferrato nel 1935, giornalista. Ha pubblicato numerosi saggi e romanzi di grande successo. Tra questi ricordiamo: Il sangue dei vinti, La Grande Bugia, I Gendarmi della Memoria, I tre inverni della paura e Il revisionista. Cari estinti 2010

Nata ad Orosei, vive e lavora a Nuoro. Si è laureata all'Università degli studi di Cagliari in Scienze Bioogiche. Attualmente si occupa delo studio delle forme vegetali endemiche e della distribuzione delle Orchidaceae in Sardegna. Nel 1992 ha scoperto e descritto, insieme ad altri esperti, una nuova specie botanica endemica (Ophrys panattensis). Nel 2000 pubblica la prima edizione delle Piante officinali della Sardegna (Il Maestrale). Del 2017 è Orchidee in Sardegna (Ilisso).

Antonio Pigliaru (Orune 1922 - Sassari 1969), intellettuale multiforme di profonda e moderna ispirazione, è stato anche un innovativo docente universitario (negli ultimi anni della sua breve esistenza fu professore di Dottrina dello Stato all'Università di Sassari). Di formazione filosofico-letteraria, fu anche sensibile ai grandi temi della realtà civile e sociale sarda, studiati in un’ottica internazionale. Fondò e diresse la rivista «Ichnusa», che raccolse intorno a sé gran parte della cultura democratica isolana. Accanto al suo libro più consistente e famoso, Il banditismo in Sardegna (nuova edizione Il Maestrale, 2021), contenente il fondamentale La vendetta barbaricina come ordinamento giuridico (1959), si ricordano le opere (riproposte dal Maestrale nella collana “I Quaderni di Antonio Pigliaru”): Persona umana e ordinamento giuridico (1953), Meditazioni sul regime penitenziario italiano (1959), La piazza e lo Stato (1961), Struttura, soprastruttura e lotta per il diritto (1965), Promemoria sull'obiezione di coscienza (1968), L’eredità di Gramsci e la cultura sarda (1969).  

Demetrio Paolin (1974) vive a Torino dove svolge l’attività di ufficio stampa. Ha pubblicato Il pasto grigio (Untitled Editori); alcuni suoi racconti sono apparsi in riviste (Nuova Prosa, Greco&Greco), su Nazione Indiana e in antologie (Vite rovinate dal pallone, Giulio Perrone Editore). Ha curato, per le edizioni Dell’Orso, le memorie di Giuseppe Calore raccolte ne Il partigiano disarmato. Il suo saggio La memoria e l’oltraggio. Primo Levi interprete di Dante, è stato pubblicato dalla rivista universitaria «Levia Gravia» (Ed. Dell’Orso), un altro suo saggio su Levi è stato pubblicato da Nuovi Argomenti (Mondadori).

EDIZIONI IL MAESTRALE
VIA MANZONI, 24 - 08100, NUORO
Contatti
TEL. +39 (0)784 440684
info@edizionimaestrale.com
Area clienti
Condizioni di vendita
Privacy
Cookies
Spedizioni
Registrazione
Consulta le FAQ
Metodi di Pagamento
Distribuzione Mondadori-Libri
Servizio Clienti Librai - Customer Service Ceva - 
numero telefonico: 0385-569071
Chiudi
EDIZIONI IL MAESTRALE
VIA MANZONI, 24 - 08100, NUORO
cross
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuoto
    linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram